Questo sito utilizza cookie tecnici.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie

Formazione/Aggiornamento

Piano annuale di formazione del personale

Il comma 124 dell'art. 1 della Legge 107/2015 stabilisce che nell'ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale. Le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche in coerenza con il piano triennale dell'offerta formativa (PTOF) e con i risultati emersi dai piani di miglioramento (PdM) delle istituzioni scolastiche previsti dal regolamento di cui al DPR 80/2013, sulla base delle priorità nazionali indicate nel Piano nazionale di formazione (PNF), adottato ogni tre anni con decreto Miur, sentite le OO.SS. rappresentative della categoria.

In sostanza la formazione dei docenti risulta articolata su tre livelli: (1) nazionale, i cui obiettivi sono definiti dal PNF, (2) locale (d'istituto o di rete), i cui obiettivi sono definiti nel Piano annuale di formazione del personale, sulla base di PdM e PTOF, e (3) individuale (o di gruppo), sfruttando anche le risorse messe a disposizione dalla carta elettronica per la formazione e l'aggiornamento dei docenti (comma 121).

Il  Piano nazionale di formazione  è stato presentato il 3 ottobre 2016 e nel suo ambito sono individuate 9 priorità tematiche nazionali per la formazione:

  • Lingue straniere;
  • Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento;
  • Scuola e lavoro;
  • Autonomia didattica e organizzativa;
  • Valutazione e miglioramento;
  • Didattica per competenze e innovazione metodologica;
  • Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale;
  • Inclusione e disabilità;
  • Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile.

Il Piano annuale di formazione è stato approvato nelle sue linee generali dal Collegio dei docenti sulla base del PdM e del PTOF e prevede che le attività formative organizzate dalla scuola, da sola o in partnership con altri istituti della Rete VBT di cui fa parte, abbiano come aree di interesse prioritario:

  • progettazione, didattica e valutazione per competenze;
  • uso delle TIC nella professione docente e nella didattica;
  • didattica orientativa e inclusiva;
  • processi di valutazione e autovalutazione professionale e di sistema;
  • sicurezza e prevenzione del rischio, gestione delle emergenze.